AVIS Comunale di Lesmo AVIS Comunale di Lesmo
AVIS Comunale di Lesmo
            Piazza Dante, 6
20855 Lesmo (MB)
Tel. 039.606.46.58
info@avislesmo.it
Cod. fisc.: 94011800151
           I giovani dell'AVIS Lesmo

Norme e indicazioni relative alla donazione

Avviso dal Centro Trasfusionale

Come da indicazione di Protocollo n. 1037 CNS 2012, si informa che dal 15 luglio al 30 novembre si applica una sospensione di 28 giorni a tutti i donatori che abbiano soggiornato almeno una notte in:
  • Italia: Sardegna, Veneto (limitatamente alle province di Treviso, Belluno e Venezia), Friuli Venezia Giulia (limitatamente alla provincia di Udine)
  • Estero: Grecia, Ungheria, Romania, Albania, Macedonia, Israele, Russia, Tunisia, Turchia e Ucraina
Permane la sospensione di 28 giorni, valida tutto l'anno, per donatori che rientrano dagli USA e dal Canada.

Dr. C. Lanzafame

Rischi ed esclusioni

Esistono malattie infettive, come ad esempio epatite ed AIDS, che possono essere trasmesse anche mediante la trasfusione di sangue.
Alcune abitudini di vita espongono maggiormemte al rischio di contrarre queste infezioni e quindi di trasmetterle (anche le trasfusioni); poiché i test di laboratorio non sono sempre in grado di identificare i soggetti infettatisi di recente, si rende necessario escludere dalla donazione (temporaneamente o definitivamente) le persone che possono essersi esposte a comportamenti cosiddetti "a rischio".

I principali criteri di esclusione sono i seguenti:
  • Rapporti sessuali occasionali o con persone sconosciute, o cambi frequenti di partner
  • Assunzione di droghe
  • Trasfusione (si è ricevuto sangue) negli ultimi 4 mesi
  • Trapianti ricevuti (cornee, dura madre)
  • Storia di epatite o di ittero
  • Malattie trasmissibili per via sessuale (gonorra, sifilide, herpes genitalis, linfogranuloma)
  • Positività per il test della sifilide (Ab anti-treponema)
  • Positività per il test dell'AIDS (anti-HIV)
  • Positività per il test dell'epatite C (anti-HCV) o B (anti-HBV)
  • Rapporti sessuali o convivenza con persone positivi per i test indicati nei 3 punti precedenti
Chi effettua la donazione, se ha anche solo il dubbio di poter nuocere al paziente che riceverà il proprio sangue DEVE astenersi dalla donazione.
Il colloquio con il medico, vincolato da segreto professionale, potrà aiutare il donatore a fugare ogni dubbio e a valutare possibili rischi.

Qualunque donatore, dopo la donazione e sulla base delle considerazioni sopra riportate, ritenga che il proprio sangue non possa essere considerato "sicuro" chiami entro le 16.00 del giorno stesso della donazione il Centro Trasfusionale presso cui ha donato (039.233.42.92 per il C.T. dell'ospedale di Monza) dicendo semplicemente «Non usate il mio sangue» e riferendo il proprio codice donatore.

Norme comportamentali post-donazione

  • Terminala la donazione, non si lasci il Centro Trasfusionale se non si è sicuri di stare bene
  • Dopo la donazione, è consigliabile bere abbondantemente liquidi (acqua, succhi di frutta, ...). Tassativamente NO ALCOLICI (di qualsiasi genere)
  • Non bere alcolici fino all'assunzione di un pasto completo
  • Le normali attività possono essere riprese almeno 30 minuti dopo il termine della donazione, evitando quelle fisicamente impegnative
  • Se dovesse verificarsi un sanguinamento o un rigonfiamento in sede di puntura, si sollevi il braccio, tenendolo premuto per 5-10 minuti
  • Si eviti l'utilizzo eccessivo del braccio sede di puntura per alcune ore dopo la donazione
  • Effetti collateriali si verificano raramente, tuttavia se comparissero vertigini ci si sieda con la testa tra le ginocchia o ci si sdrai tenendo sollevate le gambe
  • E' fortemente consigliabile non fumare prima della donazione né nelle ore immediatamente successive
  • Eventuali anomalie o alterazione degli esami di laboratorio saranno comunicate dalla sede AVIS Lesmo

Alimentazione pre e post-donazione

Alimenti permessi prima della donazione SENZA esami annuali

Acqua, the, camomilla, caffè, fette biscottate, marmellata, succhi di frutta, spremute, frutta.
Evitare latte e derivati del latte.


Alimenti permessi prima della donazione CON esami annuali

Acqua, the, camomilla, caffè, spremute preferibilmente non zuccherate.
Evitare latte e derivati del latte.


Dopo la donazione

Tutti gli alimenti possono essere assunti con limitazione solo per i cibi ad alto contenuto di grassi.
Sono vietati tutti gli alcolici dopo la donazione.
Webmaster: Sergio Barbieri   -   www.avislesmo.it   -   Hosting su piattaforma Apache